En option, choisissez de naviguer parmi les niveaux de technicité suivants :

Public
Pro
Expert

 

Il Modello FLAME

L’innovativo Modello FLAME (Forecasting Landslides Acceleration induced by Meteorological Events) sulla predizione di frane di scivolamento è stato sviluppato dal BRGM nel quadro del progetto ANR SISCA (Système Intégré de Surveillance de Crises de glissements de terrain argileux), con l’obbiettivo di predire l’evoluzione degli spostamenti delle frane, a seconda dei tipi di scivolamento, l’insorgere di fenomeni di fluidificazione, analizzando in modo cronologico ed integrato le relazioni fra precipitazioni e spostamenti, basandosi su tre modelli fra loro complementari :

  • un approccio del tipo « scatola nera » derivato dal modello TEMPO sviluppato dal BRGM che correla le precipitazioni (solide e liquide) e lo spostamento osservato, mediante fiunzioni de transfert ;
    • un modello viscoplastico 1D semplificato, che considera in particolare l’evoluzione della pressione interstiziale indotta dalle precipitazioni ;
    • ed un terzo modello che combina i due approcci.

Questo modello applicato alla frana di scivolamento di Super-Sauze (Alpes-de-Haute-Provence, France) ha ottenuto risultati molto buoni (Bernardie et al., 2015a), riproducendo gli spostamenti osservati con  una precisione molto buona in occasione di regimi normali, e permettendo di predire l’insorgenza di una colata molti giorni prima dell’evento. Questo software in seguito è stato applicato su altri scivolamenti, fra i quali le più grandi frane attive in Francia, come lo scivolamento di Grand Ilet, Ile de la Réunion, La Clapière (Bernardie et al., 2015b), e Séchilienne (Levy et al., 2015).

Per saperne di più : la scheda FLAME